Cossiga è er mejo

Posted by Jacopo on 23 Oct 2008 | Tagged as: Generale

Non trovi amabile che Cossiga dichiari cose tipo

Le forze dell’ordine dovrebbero massacrare i manifestanti senza pietà e mandarli tutti in ospedale. Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in libertà, ma picchiarli a sangue e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano.

e anche

Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovrà sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri.

senza che la cosa risulti davvero scandalizzante?

Cossiga è er mejo.

Perché riesce ed è sempre riuscito a dire tutto e il contrario di tutto proteggendosi solo con del sano lobbying, senza spendere miliardi per l’acquisto di centri di potere mediatico o coprendosi di ridicolo promulgando leggi degne solo di un bambino beccato col dito nella marmellata. La sua biografia è una vera lezione su come il potere economico sia più forte di quello politico… solo quando non sei bravo a fare il politico!

La cosa più brutta - mi rendo conto leggendo l’intervista a Cossiga - è che ce l’hanno fatta, hanno cambiato anche me. Sono in disaccordo, ovvio, ma sono tutto sommato tranquillo, senza vivere lo stupore che secondo me dovrei.

Hey, ma… ho scritto ovvio… quindi forse ho ancora una speranza di redenzione! Quindi forse se scrivo che è ovvio essere in disaccordo non accetto nemmeno l’idea che io non possa essere stupito! Come sentire una persona dire “Hey piove merda!” e poi non vederla prendere l’ombrello! Sarebbe ovvio no?

Forse posso ancora prendere le distanze davvero da una classe politica che ha venduto l’Italia per 60 anni. E tu? Anche solo col pensiero, non ti chiedo nessuna azione: ti va?

(l’intervista a Cossiga citata qui: Le maestre ragazzine e Piovono rane)

Fascbook

Posted by Jacopo on 22 Oct 2008 | Tagged as: Generale

Se hai un account Facebook prova a cercare ‘mussolini’. Oltre ad un paio di utenti omonimi - la cui reale esistenza esula dagli interessi di questo post - emerge l’esistenza, ben più grave, di numerosi utenti associati sotto gruppi dai nomi quali Benito Mussolini, il DUCE…un uomo che ha fatto grande l’ITALIA 1883-1945 (1232 membri) oppure quelli ke pensano che Benito Mussolini sia stato un grande uomo. (1674 membri)

Ora, forse non sai che dal 20 giugno 1952 esiste il reato di apologia del fascismo, ma con addirittura minore probabilità conosci la possibilità dell’azione collettiva, una simpatica tradizione giuridica importata da un posto cui non invidio nulla se non la tradizionale trasparenza democratica, gli USA.

Non sarebbe bello avviare un bel processone contro tutti questi fan del regime che fu? Avremmo nome, cognome e foto di tutti!

E la legge dalla nostra parte.

Certo, daremmo alla classe politica attualmente di maggioranza un ulteriore pretesto per dichiararsi vittima di una magistratura bolscevica, è vero. Ma da quando lo scemo del villaggio non dice cazzate?

Cominciamo bene…

Posted by Matan on 17 Oct 2008 | Tagged as: Generale

Avevo idea di iniziare proponendo una discussione su come non si spenda mai una parola sulla definizione di “progesso”.

Ma, oh, la settimana scorsa Jörg Haider si è sfracellato con la macchina ed è morto sul colpo. Che se uno non si ferma ad assaporare certe soddisfazioni, poi sembra che non arrivino mai.

Antem existere deinde philosophare

Posted by Jacopo on 22 Jul 2008 | Tagged as: Generale

Ok ok.

Ok, lo so.

È tutto scarno, è tutto troppo… troppo poco customizzato, ok lo so…

Ma cazzo ragazzi, questo è Riot it! che torna a vivere, come sempre quando i tempi si fanno cup…

Ok ok.

Ok, lo so.

I tempi non hanno mai smesso. Di essere cupi.

Ok ok.

Ok, lo so.

Qui tutti sono convinti che le cose non cambino mai. Qui tutti si siedono sull’alloro della sconfitta. Qui io dico solo che… fanculo, non cambi nulla, rimanga tutto uguale a sé stesso, vinca l’immobilità o, più probabilmente, vinca pure la discesa, il peggioramento, sua Maestà l’Entropia. Ma accada a valle di una certezza:

qui si farà della libertà civile.

Ok ok.

Ok, lo so.

Oggi questo blog è brutto, ma prima di filosofeggiare bisogna esistere.

Da oggi esistiamo, a nuova vita.

« Prev